Esercizi di chimica analitica

In questa pagina del sito trovi vari esercizi di chimica analitica. Gli esercizi riguardano in particolare la spettrofotometria IR (si tratta di una serie di spettri IR di analizzare, per ogni spettro è indicato il corrispondente composto), la spettrofotometria UV-Vis (vengono proposti una serie di esercizi con risultato) e la spettrofotometria di assorbimento atomico

Ricordiamo che la spettrofotometria IR e la spettrofotometria UV-Vis sono tecniche analitiche che permettono l'analisi qualitativa e quantitativa di sostanze. In particolare la spettrofotometria IR permette l'analisi qualitativa di composti organici, mentre la spettrofotometria UV-Vis permette l'analisi quantitativa di molecole o ioni.

SPETTROFOTOMETRIA UV-VIS

Gli esercizi di spettrofotometria UV-Vis riguardano l'analisi quantitativa di molecole o ioni. L'analisi si basa sulla legge di Lambert Beer (nota anche come legge dell'assorbimento) e sul metodo della "retta di taratura".

Tale metodo si basa sull'interpolazione di alcuni dati che permettono di stabilire come varia l'assorbimento della sostanza al variare della concentrazione.

Principio di funzionamento di uno spettrofotometro UV-Vis

Principio di funzionamento di uno spettrofotometro UV-Vis.

Lo strumento impiegato in tali tipi di analisi è detto spettrofotometro UV-Vis; tale strumento permette quindi di determinare l'assorbimento di radiazioni elettromagnetiche da parte di soluzioni.

ASSORBIMENTO ATOMICO

Gl iesercizi sull'assorbimento atomico riguardano l'analisi quantitativa di metalli. In tale tecnica strumentale l'elemento in esame viene atomizzato e bersagliato con onde elettromagnetiche di opportuna lunghezza d'onda.

ASSORBIMENTO ATOMICO

Schema a blocchi di uno spettrofotometro in A.A.

L'intensità del raggio diminuisce e la diminuzione può essere correlata alla concentrazione del campione in esame.

SPETTROFOTOMETRIA IR

Gli esercizi di spettrofotometria IR riguardano l'analisi qualitativa di composti organici. Si basa sulla sull'assorbimento da parte di molecole organiche delle radiazioni che cadono nel campo del MIR (da 2,5 a 50 µm).

Gli spettri forniscono informazioni essenziali sulla struttura dei composti organici; è per tale motivo che tale tecnica trova importanti applicazioni sia in ambito industriale che nella ricerca.

Lo strumento impiegato è noto come spettrofotometro IR; quelli moderni permettono la registrazione degli spettri sia nel medio che nel lontano IR. Fondano il loro principio di funzionamento sulla trasformata di Fourier e sull'interferometro di Michelson; è per tale motivo che sono anche detti spettrofotometri FT-IR.

Principio di funzionamento di uno spettrofotometro IR

Principio di funzionamento di uno spettrofotometro IR.

Gli spettri IR possono essere realizzati sia per sostanze allo stato gassoso che in soluzione o allo stato solido. Solitamente le analisi di sostanze allo stato gas vengono evitate, gli spettri corrispondenti sono infatti di difficile lettura.