Nomenclatura degli acidi carbossilici

All'interno di questa sezione potete trovare vari esercizi sulla nomenclatura degli acidi carbossilici. Gli esercizi sono rivolti a studenti della scuola secondaria superiore e a studenti universitari.

Gli esercizi sono elencati secondo un ordine di difficoltà crescente. Non ci rimane altro che augurarti buono studio con gli esercizi di SOS-CHIMICA.

Esercizi sulla nomenclatura degli acidi carbossilici

Di seguito sono proposti vari esercizi di chimica organica. Gli esercizi riguardano in particolare la nomenclatura degli acidi carbossilici. Si tratta di una serie di composti a cui assegnare il nome.

1)

Partiamo da un caso semplice. La catena più lunga è a cinque atomi di carbonio. Nella nomenclatura IUPAC degli acidi carbossilici, il suffisso -o dell'alcano a catena più lunga (nel nostro caso pentano) viene sostituito dal suffisso -oico e si premette la parola acido (acido pentanoico). Il nome del composto è: acido pentanoico.

2)

La catena più lunga contenente il carbonio carbossilico è a cinque atomi di carbonio. Nella nomenclatura IUPAC degli acidi carbossilici, il suffisso -o dell'alcano a catena più lunga (nel nostro caso pentano) viene sostituito dal suffisso -oico e si premette la parola acido (acido pentanoico). In posizione 4 sono presenti due metili. Il nome del composto è: acido 4,4-dimetilpentanoico.

3)

La catena più lunga contenente il carbonio carbossilico è a sei atomi di carbonio. Nella nomenclatura IUPAC degli acidi carbossilici, il suffisso -o dell'alcano a catena più lunga (nel nostro caso esano) viene sostituito dal suffisso -oico e si premette la parola acido. In posizione 4 e 5 sono presenti due metili. Il nome del composto è: acido 4,5-dimetilesanoico.

4)

Nella nomenclatura IUPAC degli acidi carbossilici, il suffisso -o dell'alcano a catena più lunga viene sostituito dal suffisso -oico e si premette la parola acido.

Nel nostro caso specifico, la catena viene numerata a partire dal carbonio carbossilico e il suffisso -o del pentano viene sostituito dal suffisso -oico; il cloro è in posizione tre. Il nome del composto è pertanto: acido 3-cloropentanoico.

5)

Se il gruppo -COOH dell'acido carbossilico è legato ad un ciclo, l'acido può essere nominato usando il suffisso -carbossilico. Il ciclo è un cicloesene; il doppio legame C=C è in posizione 2 rispetto al gruppo -COOH. Il nome del composto è pertanto: acido 2-cicloesencarbossilico.

6)

La catena più lunga contenente il carbonio carbossilico è a quattro atomi di carbonio. In posizione 2 è presente un doppio legame C=C. Il nome del composto è pertanto: acido 2-butenoico.

7)

All'anello aromatico del benzene sono legati un gruppo carbossilico (-COOH) e un gruppo ossidrilico in posizione orto (1,2). Il gruppo carbossilico ha la priorità rispetto al gruppo ossidrilico. Il nome del composto è: acido 2-idrossibenzoico.

8)

La catena più lunga contenente il carbonio carbossilico è a cinque atomi di carbonio. Nella nomenclatura IUPAC degli acidi carbossilici, il suffisso -o dell'alcano a catena più lunga (nel nostro caso esano) viene sostituito dal suffisso -oico e si premette la parola acido. In posizione 2 è presente un doppio legame C=C con configurazione (E). Il nome del composto è: acido (2E) 4-metil-2-pentenoico.

TI POTREBBE INTERESSARE

Esercizi sulla nomenclatura degli alogenuri alchilici

Esercizi sulla nomenclatura delle ammine

Esercizi sulla nomenclatura di aldeidi e chetoni

Esercizi sulla nomenclatura di alcani, alcheni e alchini

Esercizi sulle reazioni dei composti organici