Legge di Dalton delle proporzioni multiple

La legge di Dalton, nota anche come legge delle proporzioni multiple afferma che: se due elementi si combinano fra loro dando origine a più di un composto, e si mantiene costante la massa del primo elemento, la massa del secondo varierà, nei vari composti, secondo multipli semplici e interi della massa minore.

Cerchiamo di spiegarla con un esempio. Dalton notò che alcune coppie di elementi possono combinarsi fra loro formando diversi composti. È il caso, per esempio, dell'azoto, che può formare con l'ossigeno cinque diversi ossidi: N2O, NO, N2O3, NO2, N2O5.

Ora supponiamo che in ognuno dei cinque ossidi sia presente un grammo di azoto (... si mantiene costante la massa del primo elemento ...). La quantità di ossigeno presente in ciascun ossido sarà facilmente calcolabile, conoscendo i pesi atomici.

Nel caso del primo ossido, N2O, abbiamo due atomi d'azoto dal peso atomico complessivo 28, e un atomo di ossigeno dal peso atomico 16. Ricordando quanto abbiamo a proposito della legge di Proust, possiamo affermare che in questo composto il rapporto delle masse sarà sempre lo stesso. Quindi, se abbiamo un grammo di azoto, la quantità di ossigeno sarà data dalla proporzione:

28 : 16 = 1 : X

dove X sarà uguale a 0,57.

Vediamo ora i grammi di ossigeno, che si combinano con un grammo di azoto nei cinque ossidi, rispettivamente:

0,57 grammi per l'N2O;

1,14 grammi per l'NO;

1,71 grammi per l'N2O3;

2,28 grammi per l'NO2;

2,85 grammi per l'N2O5.

Se osserviamo questi numeri, vediamo che sono tutti multipli, doppio, triplo, quadruplo e quintuplo, della quantità più piccola, 0,57, in rapporto 1, 2, 3, 4, 5, (... la massa del secondo varierà, nei vari composti, secondo multipli semplici e interi della massa minore). Possiamo quindi concludere che anche la legge di Dalton, la terza "legge ponderale", è rispettata.

TI POTREBBE INTERESSARE

Reazioni di ossidoriduzione

Gas nobili

Legame covalente