Struttura della materia

La materia è tutto ciò che ha una massa e possiede un volume, ed è distinta in tre forme:

1) solida: un solido ha forma e volume propri;

2) liquida: un liquido ha un proprio volume ma ha la forma del recipiente che lo contiene;

3) gassosa: in un gas sia la forma sia il volume sono quelli del recipiente.

Stati fisici della materia

Stati fisici della materia.

Oltre alle diverse forme o stati fisici che abbiamo citato, la materia, rispetto ad altre sue proprietà, si presenta suddivisa in un gran numero di diverse sostanze chimiche.

Il termine "sostanza" può creare confusione per via dei diversi significati specifici che può assumere; nel linguaggio chimico comunque si indica con "sostanza" qualsiasi specie di materia caratterizzata da definite proprietà specifiche o intrinseche (quali potrebbero essere per esempio la lucentezza, la trasparenza, il colore, la densità, la durezza, la struttura cristallina, la conducibilità elettrica e termica, l'odore, il sapore, ecc.), che nel loro insieme la differenziano da ogni altra specie diversa.

Sono per esempio sostanze differenti l'una dall'altra, per le specifiche proprietà ben diverse che le caratterizzano, il vetro, l'acciaio, il legno, il porfido, l'acqua, l'ossigeno, l'acido borico, l'ammoniaca, lo zucchero, eccetera.

Fin qui la classificazione in forme e tipi diversi di materia riguarda la scala macroscopica, ossia visibile: quella dell'esperienza quotidiana, le cui dimensioni si misurano in millimetri o metri o più.

Ma se consideriamo un certo quantitativo di una data sostanza in uno stato fisico qualsiasi, come sarà fatto dentro?

Ragionando e sperimentando si è giunti a costruire un modello che spiega bene i fenomeni della materia; secondo tale modello quest'ultima ha una struttura corpuscolare, vale a dire che ogni sostanza è costituita da un insieme grandissimo di "pezzetti" piccolissimi, ciascuno dei quali ha ancora la stessa «identità» della sostanza.

Questi "pezzetti" sono le molecole; la loro dimensione caratteristica è dell'ordine di 10-9 m (1 miliardesimo di metro); immaginiamo di prendere un millimetro e di dividerlo in un milione di parti: quella potrebbe essere una molecola.

L'acqua è formata da molecole di acqua.

Il modello prevede ancora che le molecole siano molto spesso, anzi quasi sempre, scomponibili in "pezzi" che godono delle proprietà di alcune sostanze "elementari". Questi "pezzi" sono gli atomi (il termine atomo deriva da una parola greca che significa "indivisibile"), le sostanze che essi individuano sono gli elementi chimici e la scienza che studia il modo in cui gli atomi si combinano a formare le molecole e le sostanze elementari a formare tutte le altre è la chimica.

Molecola dell'acqua

La molecola dell'acqua è formata da due atomi di idrogeno e un atomo di ossigeno.

Così, ad esempio, la molecola dell'acqua, come è possibile notare dalla figura precedente, è formata da due atomi di idrogeno e un atomo di ossigeno. L'ossigeno lega i due atomi di idrogeno con particolari legami chimici noti come "legami covalenti".

TI POTREBBE INTERESSARE

Spettri di emissione e spettri di assorbimento

Principio di indeterminazione